Oltre le mura dei monasteri, egli studiò attentamente la cultura delle genti del luogo. Passò parte del suo tempo non solo con le tribù tartare che vivevano laggiù, ma anche con le bande dei briganti nomadi originari della Mongolia. In seguito attraversò in lungo e in largo la costa cinese, esplorando villaggi e città, analizzando a fondo il tessuto del Paese. E dovunque andasse, c'era sempre una domanda predominante nella sua mente: "Perché?". Qual era il motivo di tanta sofferenza e miseria umana? Perché l'uomo, con tutta la sua antica sapienza e la conoscenza accumulata nei templi e nei testi dotti, era incapace di risolvere problemi fondamentali come la guerra, la pazzia e l'infelicità?





© 1996-2004 Church of Scientology International. Tutti i diritti riservati.

Informazioni sui marchi d'impresa