Allo scoppio della seconda guerra mondiale in America, L. Ron Hubbard ricevette il grado di sottotenente di vascello e prestò servizio nella Marina degli Stati Uniti come comandante di corvette. Combatté nell'Atlantico e nel Pacifico, dando prova di grande capacità di comando agli occhi dei propri uomini di equipaggio.

Egli non amava la guerra. Le uccisioni a cui aveva assistito - così tante da non volerne più vedere per il resto dei suoi giorni - ela consapevolezza degli effetti che un tale bagno di sangue avrebbe prodotto sulla sanità mentale degli uomini lo spronarono a raddoppiare i propri sforzi per creare un mondo più sano. Fu con lo stesso senso di pietà che cercò di fare tutto il possibile perché il suo equipaggio si salvasse, tanto che uno dei suoi uomini gli scrisse:

"Ho nei vostri confronti un grande debito di gratitudine sia per il fatto di avervi conosciuto sia perché avete personificato ai miei occhi gli attributi di un ufficiale della marina come se ne trovano solo nei romanzi di avventure marinaresche. Ho potuto constatare in prima persona che vi siete comportato da ufficiale e da gentiluomo molto prima che il Congresso ve ne riconoscesse il merito".

Nel 1945, reso parzialmente cieco da una lesione al nervo ottico e claudicante per ferite all'anca e alla schiena, il sottotenente Hubbard venne ricoverato all'Oak Knoll Naval Hospital di Oakland, in California. La Marina e il Corpo dei Marines avevano portato a Oak Knoll circa 5.000 pazienti, tra cui centinaia di ex prigionieri americani liberati dai campi giapponesi nelle isole del Pacifico meridionale. Per l'inedia sofferta o per altre cause, molti di loro erano ridotti in condizioni terribili, tali da renderli incapaci di assimilare proteine.





© 1996-2004 Church of Scientology International. Tutti i diritti riservati.

Informazioni sui marchi d'impresa