Nel tentativo di risolvere il problema, i medici della marina somministravano ai degenti un ormone maschile chiamato testosterone. Tuttavia, poiché il trattamento non dava risultati positivi su tutti i ricoverati, L. Ron Hubbard colse l'occasione per aiutare i suoi commilitoni e, al contempo, per verificare in pratica la concretezza di una teoria che aveva formulato.

"Quel che cercavo di stabilire" scrisse "era se fosse la mente a regolare il corpo oppure il corpo a regolare la mente. Quindi, visto che gli ormoni funzionavano su alcuni pazienti e su altri no, poteva forse esserci una spiegazione di origine mentale. Se quei pazienti su cui non aveva funzionato avevano un grave blocco mentale allora era ovvio che, a prescindere dall'ammontare di ormoni o cure mediche somministrati alla persona, quest'ultima non si sarebbe ripresa. E se la mente fosse stata davvero in grado di frenare in maniera tanto marcata la guarigione del corpo, allora il principio - che raccoglieva unanime consenso - secondo il quale è la struttura a controllare la funzione sarebbe risultato ovviamente falso. Decisi di adoperarmi per dimostrare questo fatto... Non ero interessato all'endocrinologia, io cercavo soltanto di stabilire se fosse la funzione a controllare la struttura o viceversa."

Utilizzando le tecniche che aveva elaborato, constatò caso dopo caso che i pazienti prima insensibili alla cura, miglioravano immediatamente dal trattamento medico non appena il blocco mentale veniva rimosso.

Infatti questo confermava che era la funzione a controllare la struttura. Come L. Ron Hubbard osservò a quell'epoca: " E' il pensiero che comanda".

Questo concetto rivoluzionario oltrepassava le innumerevoli concezioni erronee che per secoli avevano appestato la scienza occidentale e la filosofia orientale.





© 1996-2004 Church of Scientology International. Tutti i diritti riservati.

Informazioni sui marchi d'impresa